venerdì 16 febbraio 2018

Coco

Questa sera tutta la famiglia è andata a vedere Coco.
Merita davvero.
Ad un certo punto eravamo tutti e quattro in lacrime e abbracciati, con Sofia in braccio a me.
Per fortuna che in sala era buio.

mercoledì 14 febbraio 2018

San Valentino secondo Sofia

San Valentino in Svezia si chiama Alla hjärtans dag, il giorno di tutti i cuori. È una celebrazione di ogni tipo d'amore.
E così Sofia ha fatto biglietti d'amore personalizzati.
Quello per mamma Anette merita una menzione speciale.

Cara mamma spero che questa lettera ti piaccia. Per me sei molto più importante di quanto credi. Te lo garantisco! Così spero di darti abbastanza amore affinché tu lo capisca. Se non lo capisci dillo! Proverò a fartelo vedere ancora di più. Te lo prometto, prometto, prometto se tu me lo dici!

lunedì 12 febbraio 2018

Futuro

Ieri Anette ha iniziato un'opera di archiviazione di alcuni libri di Eleonora e Sofia: quali tenere (per le future generazioni) e quali donare.
Quelli da tenere verranno immagazzinati in qualche scatolone sino al giorno in cui verosimilmente nonna Anette e nonno Stefano lì leggeranno ai nipotini.
A parte la sensazione di riprenderli in mano (entrambe le bimbe hanno mostrato nostalgia e chiari ricordi), uno dei libri ha allegata una mini pianola. Così io e Anette ci siamo chiesti se fosse il caso di mettere via anche un paio delle pile che servono ad alimentare la pianola, perché chissà se esisteranno ancora fra 15-20 anni...

domenica 11 febbraio 2018

Crescita

Oggi primo torneo di "Kidsvolley" livello 3. Per la nostra squadra era la prima volta, in un gruppo di squadre già abituate a quel livello. Prima dell'inizio ci eravamo quindi preoccupati di ricordare alla squadra di concentrarsi sulle nuove regole e soprattutto di divertirsi senza pensare (troppo) al punteggio.
La prima partita l'abbiamo persa facendo due punti.
La seconda facendone quattro.
La terza, più combattuta, facendone sei.
La quarta è stata addirittura una vittoria!
E infine, soddisfazione più grande, la coppa Fair Play, per la squadra più corretta!
E così i bambini sono tornati a casa consci che si cresce anche (e a volte soprattutto) con le sconfitte e che il rispetto per gli avversari e il continuare a lottare con spirito premia.

venerdì 9 febbraio 2018

Sformato di rutabaga

Lezione del giorno a scuola di Eleonora. Sformato di verdure di stagione (patate, rutabaga, topinambur, carote). Come trasformare dodicenni in foodblogger. Tutti fotografano il risultato del proprio lavoro e lo mandano ai genitori.

mercoledì 7 febbraio 2018

Quando il 17 è un bel numero

Alcuni scaramantici considerano il 17 un numero non proprio fortunato.
(Parentesi - In Svezia è il 13, tanto è vero che gli aerei della SAS non hanno la fila 13).


A novembre 2017 Eleonora inviò un racconto ad un concorso per giovani scrittori.
A dicembre ricevette una email che spiegava che visto che erano arrivati oltre 300 racconti ci sarebbe voluto un po' a decidere quali sarebbero stati i 17 vincitori.


Oggi è arrivata la risposta. Il racconto, in stile fantasy, scritto da Eleonora è fra i 17 che verranno pubblicati in un libro.


Eleonora è al settimo cielo. Anzi, al 17esimo!

martedì 6 febbraio 2018

Le materie che non ho mai avuto

Eleonora a scuola frequenta l'equivalente svedese della seconda media. Hanno però alcune materie che io non ricordo di avere avuto. Economia domestica. Imparano di entrate e uscite nel quotidiano, e imparano anche a cucinare. Ieri sera l'omelette al prosciutto e formaggio per tutti l'ha fatta lei. È venuta proprio bene.
Poi a scuola hanno anche educazione sessuale. Fa parte di scienze. Fra le altre cose gli alunni hanno potuto scrivere le loro domande e le hanno messe in una scatola. L'ultimo quarto d'ora di ogni lezione l'insegnante prende qualche domanda dalla scatola e risponde.

sabato 3 febbraio 2018

Mello

Mello - ossia Melodifestivalen, il festival svedese della musica, è iniziato.
Sei settimane. Quattro di qualifiche dove sette canzoni si sfidano. Due vanno in finale, due alla "seconda chance". Una quinta serata dove due fra le ripescate andranno in finale. E poi la finalissima, che elegge la canzone vincitrice, che rappresenterà la Svezia allo European Song Contest.

Per Eleonora e Sofia Mello è un appuntamento imperdibile. Stasera poi c'erano con noi a vederlo anche nonna Eivor e nonno Bosse.

Ha vinto il preferito di Sofia, Benjamin Ingrosso. Canzone niente male.

https://youtu.be/9SLz-FfQjD4

venerdì 2 febbraio 2018

Piccolo vizio mattutino

È da un po' di giorni che nevica, le giornate si stanno piano piano allungando, ma al mattino è ancora buio. E così Sofia ha chiesto di poter iniziare le giornate con una nuova "coccola": latte e cacao fatto con la schiuma.
Il suo sorriso con i "baffi" mette gioia!

giovedì 1 febbraio 2018

Piccole Italiane (all'estero) crescono

Dopo le omelette a scuola Eleonora ha imparato a fare il pane. E ha insegnato ai suoi compagni di classe a pucciarlo nell'olio (extra vergine) d'oliva.

Sia Eleonora che Sofia alla refezione oggi avevano gli spaghetti al ragù. Ed entrambe si sono lamentate che il personale taglia gli spaghetti.

Entrambe hanno anche constatato con piacere che non viene più servito il ketchup quando ci sono gli spaghetti al ragù (cosa che invece avviene al lavoro da me).

martedì 30 gennaio 2018

Nuovo rito della sera

A Natale Sofia ha ricevuto una lavagna.
Da qualche giorno ha deciso che quando io e Anette andiamo a darle la buonanotte dobbiamo anche lasciarle un messaggio sulla lavagna.
E così ogni sera ci sbizzarriamo!

domenica 28 gennaio 2018

I bambini ci copiano

Oggi per Eleonora torneo di minivolley a Uppsala. Cinque partite in sette ore. Due giorni, squadre da tutta la regione. Partite in parallelo su tre campi. Quando non si gioca si arbitra. Ai bambini e alle bambine, con solo un minimo di supervisione adulta, il compito di gestire le partite.

Una cosa mi a colpito: guardando il comportamento dei genitori sugli spalti si poteva capire quali fossero i loro figli. Quello/a che protesta, quello/a che potrebbe cadere il mondo ma non si scompone, quello/a che dice "fuori" anche se la palla è dentro, quello/a che a ogni punto esulta tipo gol ai mondiali. È evidente che i figli sono il nostro prodotto. Ci osservano e ripetono. Si comportano come ci comportiamo noi, imitano i nostri atteggiamenti. Se vedono il genitore criticare l'arbitro si sentono in diritto di farlo anche loro. Se vedono un genitore dimostrare empatia a fine partita sono loro a complimentarsi con chi ha perso, è in partita incitano il compagno che sbaglia anziché criticarlo. Ripetono frasi sentite a cena, ascoltate quando il genitore guarda una partita alla tv, captate magari quando in casa si parla degli insegnanti o di alcuni compagni di classe.

Sono il nostro specchio e il nostro prodotto. Nel bene e nel male.

giovedì 25 gennaio 2018

La mia nuova consulente di moda

Questa sera sono andato a provare degli abiti e delle camicie per rinnovare un po' il mio guardaroba.
Con me avevo Sofia.
È una consulente fantastica. Me la invidiava quasi tutto il negozio!

mercoledì 24 gennaio 2018

Omelette

Eleonora oggi ha avuto una delle lezioni che aspettava da tanto: hanno imparato a fare le omelette.